I <3 NY # 2

Riassunto delle puntate precenti… no, scherzo. Non è come Dallas!

Vi avevo lasciato con la prima parte del racconto del mio Fall Break a New York.

Ma il bello deve ancora cominciare!

La giornata di domenica era cominciata proprio nel migliore dei modi. Sana colazione americana in un bar su Times Square e poi sulla 5th Avenue, diretti a Central Park. Lì abbiamo affittato delle biciclette e abbiamo fatto un bellissimo giro nel parco. Dopo il pomeriggio al Moma abbiamo passato la serata sul Rockefeller Center, dove abbiamo ammirato il tramonto sopra la città.

Bello bello bello. E poi? Beh, non contenti, siamo andati a fare un giro di nuovo in Times Square (anche perché il nostro albergo era vicinissimo) e siamo andati a fare shopping nell’M&M’s store.

Questo negozio ha tre piani e solo ed esclusivamente M&M’s e relativi gadget (dalle magliette alle palettine per spalmare la gelatina sui dolci).

Bene, dopo una buona mezz’ora lì dentro ce ne usciamo felici dal negozio ognuno con il suo sacchetto di M&M’s e ce ne torniamo in albergo. Doccina e poi a nanna, stanchi e felici.

La mattina dopo la sottoscritta è la prima ad alzarsi (come sempre direi) e non appena mi alzo sento dei rumori sospetti provenire dai sacchetti del mio shopping… Tendo di nuovo l’orecchio (si sa mai che abbia delle allucinazioni auditive di prima mattina) e il rumore c’è ancora. Mi alzo, mi avvicino e vedo un simpatico e tenero TOPO alle prese con le mie M&M’s. Quindi con dignità e compostezza caccio un urlo (misto di stupore e ribrezzo) e avviso i miei compagni di stanza che la nostra non è solo una quadrupla… abbiamo pure un ospite in più!

Beh, dopo l’urlo il piccolo ospite roditore ovviamente si è allontanato lasciandomi verificare il numero di buchi nel sacchetto delle mie M&M’s. Allora prendiamo il sacchetto e sul piede di guerra scendiamo nella hall, pronti a sostenere il nostro diritto ad un posto igienico e non infestato dai topi.

La signorina della reception però sembra non fare una piega sentendo il nostro racconto e anzi, candidamente, mi fa: “Beh, se ha la ricevuta le posso risarcire le caramelle per questa volta… ma se ricapita poi è colpa sua! Sa, questo è un albergo vecchio, è NORMALE ci siano i topi!”.

Beh, che dire, con le pive nel sacco siamo ritornati in camera (dove il topo era tornato alla ricerca delle M&M’s) senza rimborso, senza possibilità di cambiare stanza e senza possibilità di andarcene riprendendoci i soldi dell’ultima notte.

Così la notte successiva mi è toccato pure dormire con la luce accesa perché la mia compagna di stanza aveva paura che il topo uscisse all’improvviso…

Però alla fine abbiamo deciso di fare un gesto di grande solidarietà nei confronti di tutto il genere umano: quando siamo partiti (allora e solo allora) abbiamo guardato sotto il nostro letto di questo sporco e lurido hotel di Manhattan (se poi qualcuno viene a NY gli dico il nome, così lo evita come la peste)…. e lì abbiamo trovato tanta di quella spazzatura che abbiamo deciso di lasciare anche noi qualcosa. Quindi ho preso carta e penna e ho lasciato un messaggio nella bottiglia, per i successivi clienti:

Be careful! don’t leave your M&M’s in the room! You are not ALONE! 🙂

 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Viaggi. Contrassegna il permalink.

Una risposta a I <3 NY # 2

  1. Maru ha detto:

    O ma Si fantastica st’avventura !!
    manco a farlo apposta noi stasera abbiamo trovato in ufficio ….. UN ERMELLINO !!! pazzesco quello che puoi trovare dietro alla scrivania quando fuori sono -12 gradi !!!! ah ah

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...